N° 1300   -     -   02 Jul 2008  
»
 ore 10:19 - Nicola - Nessuna

Scrilly in preda alla gelosia

Me lo fai un plot da zero all'infinito?


       

voti: 3   media: 1.67  

Alcune citazioni che trovi nel sito


N° 1015   -     -   16 Jan 2008  
»
 ore 21:47 - tux - Nessuna

Gandhi

"First they ignore you, then they laugh at you, then they fight you, then you win." -- Mahatma Gandhi


       

voti: 1   media: 3  
N° 1050   -     -   04 Feb 2008  
»
 ore 14:54 - ggg - Nessuna

Eddie Vedder

I knew all the rules but the rules did not know me


       

voti: 1   media: 2  
N° 2432   -     -   27 Oct 2010  
»
 ore 01:12 - tidilli - Famose

La mia risposta/Riflessioni sul Prologo de

Si può essere più o meno concordi col fatto che "Le particelle elementari" sia un'opera che non apre la finestra sul mondo in cui viviamo.

Questa è un'opera che, allo stesso tempo, rappresenta sia la finestra, sia il mondo davanti. Il mondo di tutti mi viene da scrivere, perchè alcune del mondo (per non chiamarle fatti, emozioni, stimoli alla riflessione ecc. , po coidai diremmo in limba) non hanno bisogno di nessuna azione spontanea o involontaria da parte dell'uomo (esser viste, capite, condivise, libate [per rompervi un po' le palle e farvi usare il dizionario, dato che sarà da un po' che non ne usate uno]) per esistere, esistono e basta. Così fan pure i rapporti tra gli uomini e i vari condizionamenti che li sottopongono a leggi spesso ferree e ferali.



La mia generazione è vissuta sotto l'ombra dei principi religiosi, solitamente cristiani, e per fortuna si è divertita ad eluderne parecchi.

La vita è connaturata con la miseria, ciò non si può eludere. Perciò abbiamo deciso che, renderla ancora più misera diventando protetti di un Dio che non respira e aspirare ad avere un posto in cui godere dopo la morte, non fa per noi. Siamo la generazione che ha scelto l'uovo oggi e non la gallina domani insomma. Siamo la generazione che si è divertita a scegliere la vita.

Ma la vita non ha scelto noi. Non che la vita abbia mai scelto qualcuno in particolare.

Però noi siamo stati traditi. Da tutto e da tutti.



Vi ha tradito la vita, perchè vi ha dato il dono dell'egoismo più esasperato e dell'egocentrismo.O credete che chi fa beneficenza lo faccia veramente in primo luogo per il bene di chi deve ricevere il beneficio?

Vi hanno tradito le persone che vi hanno messo al mondo e quelle che vi hanno cresciuto (se queste due categorie di persone sono incarnate dai genitori, è già una fortuna) perchè vi hanno gettato nella forgia per soddisfare il loro bisogno di creare una vita ,nel migliore dei casi, e non perchè volevano farvi vedere il mondo (qualcuno ne avrebbe fatto a meno); nel peggiore siete stati un "incidente". Perchè si sono separati o perchè vi hanno abbandonato. Perchè vi hanno volontariamente o meno influenzato nelle vostre scelte di vita. Vi hanno trasmesso insegnamenti poco utili e corrivi per Vivere hic et nunc. Difendono con sicurezza il rigore dei loro principi (quando ne hanno_e se sono principi religiosi, talvolta non sono coerenti con la religione stessa), li hanno assimilati così e così se li sono tenuti, vergini e immutabili. E voi sgomitando nell'adolescenza con miseri e puerili sensi di colpa quando ne lasciavate qualcuno in strada, per quanto mi riguarda la maestra più preparata e più arguta che io abbia mai visto e ascoltato.

Vi ha tradito l'amicizia, perchè non sapete neanche definirla per dirla in breve. Perchè siete insofferenti di fronte al minimo aspetto di una persona che non accettate. Perchè ad un amico consigliate ciò che è bene secondo voi in quanto pensare a ciò che bene per lui è un procedimento troppo faticoso. Perchè avete fatto molto per molti di loro, e siete stati ricompensati con il nulla e il silenzio, e li avete marcati col fuoco dell'indifferenza a vita. Perchè cambiate, e cambiate, e pensate di consoscere i vostri amici più vicini quando non riconoscete nemmeno voi stessi nei vostri avatar che cambiate, e cambiate, in continuazione. E loro idem, ogni fine giornata è un resoconto e un paragone e ogni uscita è uno sfoggio di vanità, un'altra cosa di cui parlate spesso e un'altra cosa che non riuscite definire, figuriamoci a riconoscere.

Vi ha tradito l'amore,questo folle sentimento che più lo fuggite e più ritorna da voi, e stavolta ha il tuo volto, e chissà quanti altri volti ancora avrà.

Vi ha tradito il sistema economico, finito nell'escusiva di chi ha in mano il sistema politico.E vi ha tradito il sistema scolastico, esclusiva di quello economico.Tralascio il sistema politico.

Vi tradite voi stessi, scordati che andiamo avanti ad acqua e cibo impastato con saliva, che siete schiavi del peso greve dei bisogni e dei capricci del sistema nervoso che voi stessi avete viziato, che il potere e le gerarchie sociali e tutti i vari costrutti mentali radicati nella nostra cultura non cambiano la primitività della condizione umana.



La Storia è una gran puttana.



La terza mutazione metafisica* di cui ci parla Michel ha apportato tutto ciò? Troppo gnoseologica ed escatologica come domanda, anche perchè ci siamo ancora nel bel mezzo.Chiudo con Michel stesso

_Rimarrò fino all'ultimo un figlio dell'Europa, dell'ansia e della vergogna; non ho alcun messaggio di speranza da comunicare. Per l'Occidente non nutro odio, tutt'al più un immenso disprezzo. So soltanto che, dal primo all'ultimo, noi occidentiali puzziamo di egoismo, di masochismo e di morte. Abbiamo creato un sistema in cui è diventato semplicemente impossibile vivere; e, come se non bastasse, continuamo a esportarlo. La morte, adesso, l'ho capita; non credo che mi farà molto male. Ho conosciuto l'odio, il disprezzo, la decrepitezza e varie altre cose; ho conosciuto anche qualche breve istante d'amore.


       

voti: 2   media: 3  
N° 1806   -     -   30 Mar 2009  
»
 ore 00:07 - Doro - Nessuna

Metilparaben (Blog) - Perversioni clericali

"Tra gli atti preliminari del coito sono considerati veniali la penetrazione del membro nella bocca e l’introduzione di un dito nell’ano della donna (Codice ecclesiastico)." Non ci siamo, poi dice che uno è confuso: la fellatio è peccato veniale, come dice il Codice Ecclesiastico, o peccato mortale, come sostiene Debreyne? Nell'incertezza, a quanto pare, è da preferire un bel dito nel culo, e chi s'è visto s'è visto.


       

voti: 3   media: 3.33  
N° 405   -     -   02 Dec 2006  
»
 ore 16:36 - Nicola - Famose

Il grande Lebowski

Lo vedi Larry? Lo vedi larry cosa succede quando provi a fottere la gente che non conosci?


       

voti: 3   media: 2.33